Arbitrato

Il procedimento e i suoi vantaggi.

L’arbitrato è una modalità di soluzione stra-giudiziale delle controversie civili, svolta mediante

alt

Link Camera Arbitrale Piemonte

l’affidamento di un apposito incarico ad uno o più soggetti terzi rispetto alla controversia, gli arbitri, i quali a seguito dell’analisi del caso prospettato emettono una pronuncia, detta lodo.

 

Il principale vantaggio di questa procedura è quello di consentire la risoluzione della controversia in tempi molto brevi e senza dover adire l’Autorità Giudiziaria.


Avvio e tipologie di Procedimento.

La scelta di affidare la risoluzione della controversia ad un collegio arbitrale può essere fatta dalle parti contestualmente alla redazione del contratto con l’inserimento di una apposita clausola, detta compromissoria, o successivamente all’insorgere della controversia, mediante sottoscrizione di un apposito accordo detto compromesso arbitrale.

I principali tipi di arbitrato sono quello rituale, in cui la procedura si svolge secondo le norme dettate dal Codice di Procedura Civile e la decisione è parificata ad una sentenza giudiziale, potendo anche ottenere efficacia di titolo esecutivo; a tal fine, essa dovrà essere depositata presso la cancelleria del Tribunale del luogo in cui è stata emessa affinché le venga conferita capacità esecutiva da parte dell’Autorità Giudiziaria.
Vi è l’arbitrato irrituale, ove sono gli arbitri stessi a stabilire le modalità di svolgimento della procedura e la statuizione finale avrà efficacia negoziale, al pari di un contratto. Questa procedura deve essere espressamente scelta dalle parti per iscritto; diversamente, si applicheranno le regole in tema di arbitrato rituale.


Un’ulteriore distinzione che è utile ricordare è quella tra arbitrato ad hoc ed arbitrato amministrato, la cui scelta ricade ancora sulle parti. Nell’arbitrato ad hoc le parti definiscono le modalità del procedimento arbitrale direttamente nella clausola arbitrale o in atto separato; nell’arbitrato amministrato invece le parti richiedono l’intervento di un’istituzione preposta alla gestione che vigilerà sul procedimento applicando le procedure contenute in appositi regolamenti (che potranno comunque essere derogate dalle parti nella loro convenzione arbitrale).


In tutti i casi la pronuncia potrà essere data secondo diritto o secondo equità (e quest’ultima è consigliata laddove la rigida applicazione di principi di legge porterebbe a risultati ingiusti o iniqui secondo il comune sentire).


Ruolo dell’Avvocato nella procedura arbitrale.

Un Legale di fiducia è essenziale al fine di redigere correttamente la clausola compromissoria, che deve essere cucita su misura in base alle esigenze delle parti ed alla natura degli interessi in gioco.


Un Avvocato può essere inoltre utile al fine di preparare gli atti difensivi e sostenere correttamente la vostra tesi durante il procedimento arbitrale, aiutandovi a far valere la bontà delle vostre argomentazioni.


Potete inoltre decidere di nominare un Avvocato quale arbitro unico (in accordo con la vostra controparte), o quale componente del collegio arbitrale (in questo caso, ciascuna parte nominerà il proprio arbitro e questi d’intesa il Presidente del Collegio).


Materie arbitrabili e valore della controversia.

La procedura arbitrale è utilizzabile nelle materie di Diritto e Responsabilità Civile in generale (condominio, locazione, compravendita, contratti vari, risarcimento danni, recupero crediti per citarne alcune).


Precisiamo, per completezza di informazione, che vi sono alcune materie per le quali la legge vieta di ricorrere all’arbitrato, quali quelle inerenti i rapporti di lavoro (a meno che l’arbitrato non sia previsto dai contratti collettivi applicabili), questioni di stato e separazione tra coniugi, e in generale nelle controversie che hanno per oggetto diritti di cui il soggetto non può disporre liberamente (ad esempio, diritti della personalità, la materia fallimentare, la proprietà intellettuale).


L’Arbitrato non ha invece limiti di valore, ed è utilizzabile quindi sia per controversie minori, sia per controversie di rilevante valore economico.


Contattateci per qualsiasi chiarimento su queste particolari procedure (modalità operative, costi, …) che vengono oggi sempre più spesso utilizzate specie dalle aziende, al fine di ridurre le tempistiche di soluzione delle controversie derivanti dall’esecuzione di contratti ed evitare le lungaggini di una procedura giudiziale.

 

Potete cliccare sotto per leggere alcuni esempi di clausole compromissorie, con l’avvertimento che è sempre preferibile, così come per i contratti, la redazione di una clausola ad hoc, maggiormente articolata e adattata al caso concreto.

Designed by Photoroyalty / FreepikDesigned by awesomecontent / FreepikDesigned by Daviles / FreepikDesigned by katemangostar / Freepik Designed by Freestockcenter / FreepikDesigned by Cornecoba / FreepikDesigned by jannoon028 / Freepik