Usucapione di parti condominiali

E’ possibile la usucapione di parti condominiali da parte di un condomino? La Corte di Cassazione con ordinanza del 02/08/2012 n. 13893 si pronuncia su un tema oggetto di dispute agguerrite.

Nel caso di specie, un soggetto chiedeva l’accertamento della proprietà del locale adibito a ricovero dei cassoni dell’acqua (che assumeva inutilizzati dal 1977), posto sul terrazzo di sua proprietà, per averlo acquistato per usucapione a seguito di possesso ultraventennale. La domanda veniva respinta.

La giurisprudenza infatti ritiene che trattandosi di bene condominiale non è sufficiente il mero non uso da parte degli altri condomini di un certo bene comune.

Deve, invece, essere fornita la prova di un possesso esclusivo del locale o del bene comune, essendo  insufficienti quelle condotte (quali ad esempio il deposito di beni  personali) che sono manifestazioni si di un uso da parte del compossessore, ma di un uso che non si pone in contrasto con il concorrente diritto degli altri condomini di accedere al locale.

Si tenga presente che il locale di cui il condomino chiedeva l’usucapione era persino privo di serratura e che pertanto gli altri condomini potevano – volendo – accedervi liberamente.

In conclusione, occorre valutare molto attentamente la situazione di fatto e di diritto qualora si voglia provare l’acquisto di un bene per usucapione, a maggiore ragione se trattasi di bene condominiale.

—-
Il presente articolo (o gli articoli pubblicati sul presente sito) hanno mero carattere informativo e divulgativo generale, non costituiscono parere e non contengono soluzioni a casi specifici, per i quali si rimanda ad una consulenza personalizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Designed by Photoroyalty / FreepikDesigned by awesomecontent / FreepikDesigned by Daviles / FreepikDesigned by katemangostar / Freepik Designed by Freestockcenter / FreepikDesigned by Cornecoba / FreepikDesigned by jannoon028 / Freepik