Assegno di mantenimento e accertamenti sul reddito

Il giudice, nella pronuncia sulla domanda di separazione (parliamo di separazione giudiziale dunque, che si ha quando le parti non hanno raggiunto un accordo), può attribuire al coniuge cui non sia addebitabile la separazione, il diritto di ricevere  quanto necessario al suo mantenimento, qualora non abbia adeguati redditi propri, il tutto in base ai redditi dell’obbligato.

E’ bene comprendere che il mantenimento è cosa diversa dall’obbligo alimentare (ossia dalle somme minime necessarie per poter sopravvivere e che possono essere attribuite anche in presenza di redditi non altissimi del coniuge obbligato): questo obbligo in ogni caso resta fermo e indipendente dal tenore di vita, come si può immaginare.

La valutazione comparativa della situazione dei due coniugi è il punto di riferimento per la determinazione dell’assegno.

Soprattutto quando si tratta di coniugi con un alto tenore di vita, e magari vi sono di mezzo redditi da lavoro autonomo, il Tribunale può disporre di diversi mezzi per valutare le condizioni economiche:

  1. dichiarazioni dei redditi (che comunque hanno un valore di prova limitato specie qualora non si sia in presenza di reddito da lavoro dipendente)
  2. indagini a mezzo polizia tributaria (qualora vi sia grande differenza tra le dichiarazioni delle parti in giudizio circa i redditi della famiglia)
  3. consulenza tecnico – contabile qualora sia difficile accertare il patrimonio o il compendio economico finanziario del coniuge obbligato all’assegno

Trattasi di strumenti che comunque non sono utilizzati spesso, dato che ormai l’ottica è quella di abbreviare il più possibile le controversie e portarle a risoluzione consensuale.

In tale ottica sono state introdotti vari istituti per la risoluzione delle controversie, con l’obiettivo di rendere anche i coniugi sempre più responsabili delle decisioni che riguardano i loro rapporti personali e patrimoniali (mediazione e negoziazione assistita sono alcuni esempi).

—-

Il presente articolo (o gli articoli pubblicati sul presente sito) hanno mero carattere informativo e divulgativo generale, non costituiscono parere e non contengono soluzioni a casi specifici, per i quali si rimanda ad una consulenza personalizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Designed by Photoroyalty / FreepikDesigned by awesomecontent / FreepikDesigned by Daviles / FreepikDesigned by katemangostar / Freepik Designed by Freestockcenter / FreepikDesigned by Cornecoba / FreepikDesigned by jannoon028 / Freepik